Proprietà e Prezzi dell’Olio Extravergine di Oliva

Quali sono i prezzi dell’olio extravergine di oliva? Il prezzo dell’olio d’oliva varia tra centro, sud e nord?

Queste sono alcune delle molte domande che i nostri lettori ci fanno. Non è facile rispondere, il prezzo dell’extravergine è talmente altalenante che bisogna tener conto di molti fattori pre-spremitura.

Bisogna fare obbligatoriamente una premessa: La lavorazione delle piante di oliva è un processo molto lungo e copre tutto l’arco dell’anno, dalla potatura alla lavorazione fino ad arrivare all’abbacchiatura.

A volte, specialmente per l’olio di altissima qualità coltivato in collina, la lavorazione completa richiede molto tempo e sacrificio per via della posizione non ottimale delle piante. Spesso infatti, su alcuni terreni, non vi è la possibilità di accedere con mezzi, quali trattori e simili, quindi tutta la lavorazione avviene a mano e di conseguenza i prezzi dell’extravergine aumentano.

Questo è uno dei fattori principali dell’innalzamento del prezzo dell’extravergine d’oliva.Torniamo al vero obiettivo dell’articolo e andiamo avedere, effettivamente, quali possono essere i prezzi nelle varie zone d’Italia.

 

Prezzi dell’olio extravergine al nord d’Italia

Vista la scarsa produzione di olio extravergine che il nord d’Italia ha, circa il 5% del totale nazionale, il prezzo è molto alto e varia dalle 10 alle 14 euro al litro, con punte che sfiorano i 40 euro al litro per un olio di ottima fattura.

La Liguria è la regione del nord con maggiore produzione di olio, seguita dalla Lombardia e Trentino Alto Adige.

 

Prezzi dell’olio extravergine al Centro d’Italia

Scendendo al centro si nota un marcato incremento di produzione dell’olio. Infatti, qui, non esiste regione che non abbia la propria produzione. Nello scenario collettivo possiamo citare Toscana, Marche, Umbria, Lazio, Abruzzo e Sardegna.

Dove Abruzzo, Toscana e Lazio primeggiano nella maggiore produzione di olio.

Il prezzo non varia molto dal nord d’Italia, infatti il costo di un litro si aggira dalle 10 alle 14 euro al litro, con punte che sfiorano i 30 euro.

 

Prezzi dell’olio extravergine prodotto al sud d’Italia

E veniamo al sud d’Italia, perla del mediterraneo per numero di litri prodotti. Produce, da sola, circa il 90% del prodotto italiano. Questo grazie al clima favorevole che il sud della penisola propone.

La Puglia è la regina di questo settore, da sola produce circa il 37% dell’olio prodotto in Italia seguita dalla Calabria con il 35%, Sicilia e le restanti regioni rimangono in coda.

Visto questo scenario, possiamo affermare che i minor prezzi di olio extravergine di oliva è possibile trovarlo proprio al sud. Il prezzo per un litro di olio di aggira dalle 5.50 alle 9 euro al litro, con punte che sfiorano i 15-20 euro.

Dunque, ritornando al discorso di inizio articolo, il prezzo varia molto anche da: condizioni climatiche, quantità di produzione e malattie che le piante possono contrarre. Quello sopra, è un prezzo orientativo che può variare in base all’annata che ci troviamo.

Il consiglio che ci sentiamo di dare è quello di scegliere con accuratezza il produttore dal quale comprate l’olio, perchè l’extravergine viene usato in molte pietanze e ne può pregiudicare il gusto finale dello stesso.

Se avete trovato un buon olio, e magari ad un prezzo leggermente più alto di alti produttori, non lasciatevelo sfuggire. Esistono molti truffatori che potrebbero darvi dell’olio diverso piuttosto che extravergine.

 

Proprietà Olio Extravergine di Oliva

L’Italia non è la terra natia dell’ulivo, infatti i primi avvistamenti furono fatti in Palestina e Siria, circa 6000 anni avanti Cristo. Solo nel 1000 avanti Cristo venne importato in Italia, e da allora si iniziarono a coltivare gli oliveti fino al giorno d’oggi, dove siamo diventati il secondo paese in Europa a livello di produzione dell’olio extravergine.

Le proprietà dell’olio extravergine di oliva sono molteplici, e non per caso viene abbondantemente usato nella famosissima dieta mediterranea, che tutto il mondo cerca di imitare.

L’olio extravergine di Oliva e l’extravergine biologico vengono ricavati direttamente dal frutto della pianta tramite processo meccanico a freddo, a differenza non può essere classificato extravergine, quel tipo di olio ottenuto tramite processi chimici o fisici e deve avere un’acidità massima dello 0,8% ed un punteggio organolettico non inferiore al 6,5.

 

Proprietà chimiche

L’olio extravergine di oliva può essere diviso in due categorie, la parte saponificabile che è organizzata nella maggior parte da trigliceridi e la parte insaponificabile che presenta la maggior parte delle micromolecole che rendono felice in nostro corto.

All’interno della parte insaponificabile troviamo: idrocarburi, cere, alcoli, steroli, polifenoli, e pigmenti colorati. Tutte queste sostanze, sommate tra loro, restituiscono le proprietà chimico-fisiche dell’olio.

I principali acidi grassi che troviamo nell’olio extravergine di oliva sono:acido oleico (monoinsaturo)acido palmitico (saturo)acido linoleico (polinsaturo)acido α-linolenico (polinsaturo).

L’acido oleico è quello prevalentemente presente in questo tipo di olio, e per questo conferisce al prodotto una qualità ineguagliabile, anche nelle fritture di pietanze, infatti l’extravergine è il miglior olio per friggere restituendo un prodotto di altissima qualità, l’unico problema è che presenta un punto di fusione molto basso, per questo motivo vengono utilizzati altri tipi di oli nelle fritture.

 

Proprietà curative dell’extravergine di oliva

E’ già stato detto che l’olio di oliva viene utilizzato in modo massiccio nella dieta mediterranea, questo è dovuto per le proprie proprietà curative che lo stesso ha. Infatti, grazie ai suoi grassi insaturi, ed un uso quotidiano, diminuisce del 30% il rischio di infarti cardiaci e diminuisce la pressione arteriosa nonchè la diminuzione del “colesterolo cattivo” e l’aumento di quello buono.

Grazie alla presenza della vitamina E e dei polifenoli rallenta l’invecchiamento delle cellule e tramite un agente antiossidante previene l’arteriosclerosi.

 

Proprietà nutrizionale dell’olio extravergine

Come già detto, l’olio d’oliva è un’ottima base per una frittura o per conservare del cibo sott’olio. Ma se veramente si vuole assaporare seriamente l’olio, si dovrebbe consumare a “crudo”, solo in questo modo si riesce a distinguere la grande genuinità delle proprie proprietà organolettiche.

Il pizzichio alla lingua, è una di queste proprietà, infatti è data da una sostanza scoperta da poco, chiamata oleocantale ed ha gli stessi effetti antidolorifici dell’ibuprofene.

Recenti studi hanno dimostrato che questo tipo di olio, presenta delle sostanze che combattono alcune cellule tumorali, non è un rimedio certamente ma un significativo aiuto.

Può essere consumato tranquillamente ogni giorno, sempre in base alle reali necessità caloriche dell’individuo e per coloro che soffrono di stitichezza cronica, possono ingerire un paio di cucchiaini di olio al mattino, il risultato sarà strabiliante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *